Salvatore Santangelo – Gerussia – L’orizzonte infrante della geopolitica europea (Castelvecchi)

Che cosa si cela sull’asse Mosca – Berlino? Ce lo spiega con linguaggio semplice e chiaro Salvatore Santangelo dell’interessante saggio “Gerussia – L’orizzonte infrante della geopolitica europea”. Nel volume, edito da Castelvecchi, vengono analizzati i rapporti tra le due grandi potenze europee, la Russia e la Germania.

Due paesi vicini geograficamente e distanti culturalmente solo apparentemente, in quanto caratterizzati da un profilo “continentale”, cioè “terrestre”, opposto a quello “marino”, incentrato su un’egemonia oceanica (o “talassocrazia”), che ha storicamente contraddistinto Gran Bretagna, Portogallo, Olanda e Stati Uniti. Questa bipartizione si può sovrapporre a quella tra nazioni volte prevalentemente o solamente alla colonizzazione “prossimale” e nazioni eminentemente tese alla colonizzazione “distale” (transoceanica): continuità contro frammentazione territoriale.

Santangelo spiega che GeRussia è un termine coniato agli inizi degli anni novanta dal Centro Studi di Geopolitica del Parlamento Russo (Duma) per identificare e descrivere il rapporto che si sviluppa lungo un “asse” che unisce Berlino con Mosca. Questo termine, e il luogo in cui è nato, rivelano una particolare attenzione di alcuni importanti circoli politici russi per una prospettiva di inedite alleanze, anche se non va dimenticato che da tempo esiste una reciproca “attrazione fatale” tre le due potenze, che è andato talora al di là delle passate, profonde, differenze ideologiche.

Negli ultimi anni si sono aperti fronti importanti, a partire dalla caduta del blocco sovietico, con il crollo del comunismo nell’est, la fine dell’U.R.S.S. e la caduta del muro di Berlino che ha sancito una Germania unita. L’autore si sofferma sul rapporto, spesso assai stretto, ma allo stesso tempo difficile, che si è dispiegato nel tempo tra le due potenze, caratterizzato dalla ambivalenza fra attrazione e repulsione, accordi e sospetti (specie da parte russa), con l’intento di individuare e analizzare alcune traiettorie strategiche.

Salvatore Santangelo è giornalista professionista. Dopo la laurea in Scienze politiche ha conseguito un dottorato in Storia dell’Europa. Ha pubblicato i libri “Frammenti di un mondo globale” e “Le lance spezzate”. Collabora con geopolitica.info, Il Foglio, Il Tempo, Limes e The Huffington Post.
 

e-max.it: your social media marketing partner