Si puo’ vincere la cecita? nuove opportunita’ visive per chi ha perso la vista

Le patologie degenerative della macula, le realtà terapeutiche attuali e quelle del prossimo futuro.
E’ quanto presenta l’incontro “MACULA TODAY”, in programma a Roma lunedì 21 settembre, alle ore 17, al Rome Cavalieri, Walford Astoria Hotel & Resort (Sala Terrazza Monte Mario), in Via Alberto Cadlolo, 101. Si tratta di un appuntamento unico nel suo genere. Organizzato dalla Macula & Genoma Foundation Onlus, senza alcun supporto di case farmaceutiche e altri soggetti, l’appuntamento si rivolge soprattutto ai pazienti affetti da patologie degenerative della macula e ai loro familiari. L’incontro, cui si potrà partecipare gratuitamente inviando una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. , consentirà ai pazienti di ascoltare le ultime novità sulla materia e soprattutto fare domande agli esperti che interverranno nel corso del pomeriggio. La Fondazione, infatti, è impegnata a promuovere la ricerca e l’informazione nell’ambito delle malattie oculari (www.maculagenomafoundation.org).
Ad aprire l’incontro sarà il genetista Prof. Emiliano Giardina dell’Università degli studi di Roma Tor Vergata e del Laboratorio di genetica molecolare ULDM – Fondazione Santa Lucia, che interverrà sulla degenerazione maculare e farmacogenomica. Nel corso del suo intervento Giardina spiegherà come da un’analisi del DNA è possibile prevenire e ridurre il rischio di contrarre malattie oculari.
A seguire il Prof. Andrea Cusumano dell’Università degli Studi di Roma Tor Vergata, nonché Presidente della Macula & Genoma Foundation Onlus, che introdurrà al tema della Corioretinopatia Sierosa Centrale, una grave patologia dei tempi moderni correlata allo stress quotidiano. Cusumano spiegherà come questa malattia, per la quale spesso non viene proposta alcuna terapia, può in realtà essere già oggi curata con successo e quali altri metodi potranno essere applicati in futuro. Intervento che sarà supportato dal Prof. Daniel Palanker della Stanford University, che presenterà un nuovo trattamento alternativo alla terapia attuale effettuato con un laser di nuova generazione.
Daniel Palanker sarà poi il protagonista della parte finale dell’incontro, che verterà sull’affascinante tema “Si può vincere la cecità?”. Palanker, supportato da sue recenti ricerche e scoperte, spiegherà come nel prossimo futuro grazie all’impianto di un microchip retinico e ad un sistema di trasmissione delle immagini mediante uno speciale tipo di occhiali sviluppato nella Silicon Valley, sarà possibile offrire una nuova opportunità visiva a chi ha perso la vista.
Marialuisa Roscino
 

e-max.it: your social media marketing partner