Piselli per combattere il freddo

Il freddo si combatte anche a tavola, arrivando a consumare nei pasti principali zuppe o minestre di verdure ben calde, e soprattutto piselli. Infatti, per affrontare il cambiamento climatico occorre incrementare leggermente la quota di calorie complessive assunte nel corso della giornata per compensare la spesa energetica maggiore per combattere il freddo. Fondamentale è assumere verdure di stagione perché danno il giusto quantitativo di Sali minerali e vitamine antiossidanti che sono di grande aiuto per combattere le conseguenze dello stress del cambio di stagione sull'organismo. Nella dieta non vanno trascurati piatti a base di legumi (fagioli, ceci, piselli, lenticchie, fave secche) perché contengono ferro e sono ricchi di fibre che aiutano l'organismo a smaltire i sovraccarichi migliorando le funzionalità intestinali.
Quanto ai piselli ne esistono di diverse varietà, che sono state anche regolamentate dall’Unione Europea. I baccelli di prima categoria, per esempio, devono presentare forma, sviluppo e colorazione tipici della varietà ed essere freschi e turgidi. Nel caso dei “Piselli da sgranare” i baccelli devono essere ben pieni e contenere almeno cinque semi, mentre i relativi semi devono essere ben formati, teneri, succosi e sufficientemente consistenti in modo che, premuti tra due dita si schiaccino senza dividersi. Lievi difetti della buccia, lesioni e ammaccature sono invece consentite per la specialità “mangiatutto” di seconda categoria. Sono consentiti, in questo caso, baccelli di minor grado di freschezza; sono tuttavia esclusi, avverte il regolamento, quelli avvizziti e privi di colorazione.
I piselli “da sgranare” di seconda categoria possono avere baccelli con lievi difetti di colorazione e offrire semi leggermente più duri. Sono però esclusi quelli troppo maturi. Circa le dimensioni dei piselli a norma Ue il regolamento sottolinea, comunque, che il calibro non è obbligatorio. Nel trasporto di questi delicati ortaggi va inoltre assicurata una protezione adeguata del prodotto. I materiali utilizzati all'interno dell'imballaggio devono infatti essere nuovi, puliti e di natura tale da non provocare alterazioni esterne o interne al prodotto. Mentre gli imballaggi devono essere privi di qualsiasi corpo estraneo.

Marialuisa Roscino
 

e-max.it: your social media marketing partner