Campidoglio, la Polizia di Roma Capitale ferma uomo accusato di violenza.

La scorsa notte, alle ore 4,30 circa, agenti di Polizia Locale di Roma Capitale in servizio presso la Piazza del Campidoglio sono stati attratti da alcune urla di donna. Accorsi immediatamente nella direzione di provenienza delle grida, gli operanti hanno trovato, alla base della scalinata della Basilica dell'Ara Coeli, una giovane donna che gridava frasi imprecisate nei confronti di un uomo, presente sul posto.
I due sono stati accompagnati presso gli uffici della Polizia Locale all'interno del Campidoglio e successivamente presso il Comando Generale per l'identificazione e l'acquisizione di tutti i necessari elementi per far luce sull'accaduto.
L'uomo, 26 anni di nazionalità israeliana e residente a Roma, e la donna, una turista 23enne proveniente dal Belgio, si erano conosciuti presso una vicina birreria, successivamente spostandosi a piedi fino al luogo dell'accaduto, distante qualche centinaio di metri.
Una volta negli uffici, assistita da un interprete, la donna ha accusato l'uomo di aver tentato violenza sessuale. Gli inquirenti hanno acquisito testimonianze da altre persone, amiche della ragazza, in vacanza con lei a Roma, unitamente ad altri elementi.
Attualmente è in corso la presentazione di una informativa all'Autorità Giudiziaria, che disporrà in merito.


“Ringrazio gli agenti della Polizia Locale di Roma Capitale che ieri notte sono prontamente intervenuti sventando il tentativo di violenza nei confronti di una turista”. Così in una nota la Sindaca di Roma Virginia Raggi.

“Roma respinge ogni forma di violenza sulle donne. Simili atti sono vili e inaccettabili”, conclude.
 

e-max.it: your social media marketing partner