In due rubano un natante ma grazie al gps la Polizia di Stato li segue lungo la costa laziale. Arrestati per furto aggravato.

La vittima, ha contattato il 113, denunciando il furto della propria imbarcazione ormeggiata a Civitavecchia vicino ad un campeggio.
Il natante, dotato di impianto satellitare GPS, ha permesso ai poliziotti di localizzarlo e così, gli agenti della Polizia di Stato del commissariato di Civitavecchia, diretti da Nicola Regna, intercettata l’imbarcazione, l’hanno seguita lungo la costa laziale fino a Santa Marinella. Nascosti tra le palafitte presenti su lungomare Guglielmo Marconi, hanno notato due uomini a bordo procedere, in direzione dello scivolo di alaggio, con le luci di navigazione spente.
E, mentre uno dei due, cercava di attraccare, l’altro si preparava a smontare il motore. Immediato l’intervento degli agenti che hanno bloccato entrambi i ladri.
All’interno del motoscafo, sono stati rinvenuti e sequestrati numerosi arnesi atti allo scasso nonché una cesoia utilizzata per tagliare i lucchetti presenti sulla catena di ancoraggio, la manetta con i cavi di cablaggio utilizzata per bai passare i comandi principali dell’imbarcazione e un serbatoio in plastica con dentro la benzina.
Identificati per D.M.M., nativo del Belgio di 44 anni, con vari precedenti di polizia e M.A., civitavecchiese di 40 anni, sono stati accompagnati negli uffici del commissariato.
Arrestati, dovranno rispondere di furto aggravato in concorso.
L’imbarcazione è stata restituita al legittimo proprietario.
 

e-max.it: your social media marketing partner