Albano Laziale, rifiuti: il Sindaco Marini su chiusura impianto RIDA AMBIENTE

L'impianto di conferimento dei rifiuti RIDA AMBIENTE S.r.l. ha comunicato, senza preavviso alcuno, ai Comuni convenzionati (Albano Laziale, Anzio, Aprilia, Ariccia, Artena, Bassiano, Campo di Mele, Capranica Prenestina, Carpineto Romano, Cerveteri, Cisterna, Colleferro, Colonna, Cori, Fonte Nuova, Gavignano, Genazzano, Genzano di Roma, Gorga, Labico, Lanuvio, Lariano, Latina, Maenza, Marino, Monte San Biagio, Nemi, Nettuno, Olevano Romano, Pontinia, Priverno, Prossedi, Rocca Massima, Rocca Priora, Rocca Gorga, Rocca Secca, Sabaudia, San Felice Circeo, San Polo dei Cavalieri, San Vito Romano, Segni, Sermoneta, Sezze, Sonnino, Sperlonga, Tivoli, Valmontone e Velletri) l'immediata interruzione del servizio. Alla base della comunicazione ci sarebbe un contenzioso in corso tra azienda e Regione Lazio, che in nessun modo riguarda Albano Laziale e gli altri Comuni. Il Sindaco Nicola Marini ha commentato: «Sin dalla notifica di RIDA AMBIENTE S.r.l., ci siamo adoperati per stabilire un contatto diretto con la Regione Lazio e con gli altri amministratori del territorio per trovare una soluzione. La Regione Lazio ha quindi individuato l'impianto di Viterbo come alternativa. Nella giornata di ieri, il servizio è stato garantito. Oggi è stata ritirata regolarmente la frazione di umido, mentre l'indifferenziato è stato raccolto solo per il 60% delle utenze interessate. Sarebbe pertanto opportuno, che gli utenti che abbiano riscontrato il mancato passaggio degli operatori, ritirino il sacco dell'indifferenziato. Ci scusiamo per i disagi e ribadiamo che la situazione non dipende dall'Amministrazione Comunale».

e-max.it: your social media marketing partner